domenica 7 ottobre 2018

Dup 2019-2021 La città del futuro disegnata dall'amministrazione comunale. Luci e ombre.

Riprendo qui il mio intervento fatto durante la discussione del Documento Unico di Programmazione  2019-2021 presentato dal Sindaco Ermanno Zacchetti durante la seduta del Consiglio Comunale di Mercoledi 3 ottobre 2018 integrandolo con considerazioni frutto della discussione e riflessione avvenuta in consiglio prima , dopo durante. 

Innanzitutto ho ringraziato la dott.ssa Negroni e gli uffici per il lavoro preciso e puntuale eseguito  per la presentazione tecnica del Dup. Settore finanziario che parecchi comuni ci invidiano. Ho dato cosi anche  il benvenuto al nuovo segretario generale dell'ente dott.ssa Maria Giovanna Guglielmini che sostituisce il precedente Segretario dott. Fortunato Napoli che ha maturato gli anni della pensione.  

LA CITTà CHE SI FA' PROSSIMA-   Molto bene l'intento dell'Amministrazione di Presa in carico sociale della persona a 360° gradi e la costante attenzione alle esigenze delle persone disabili e delle loro famiglie che sottolineano l'intento di mettere in pratica una politica che non lascia indietro nessuno. Un esempio   è la realizzazione del Condominio solidale  inaugurato in questi giorni anche se manca ancora l'impostazione del progetto padri separati

Da sottolineare positivamente anche l' aumento dei  contributi di sostegno nel piano diritto allo studio ai ragazzi con disabilità. 

Da migliorare sicuramente l'azione di abbattimento delle barriere architettoniche che sono una violenza continua alle persone con disabilità fisiche, psichiche, auditive  e visive che si vedono violate ogni giorno nella propria libertà di movimento. 
Stupisce come alcuni luoghi pubblici ne abbiano ancora ( es. ingresso palestra don milani e il nido comunale via pontida- don milani) e ancor di più i luoghi privati aperti al pubblico come i negozi che se pur   ristrutturati dopo il 1989 , anno della legge  , hanno mantenuto le barriere.  
Un attenta verifica delle opere passate è obbligatoria per l'Amministrazione come sono da effettuare pronti interventi almeno sugli edifici e ingressi pubblici. 
Resta  scandalosa la presenza di barriere architettoniche presso gli studi medici che denotano una scarsa sensibilità proprio da coloro che si prendono cura delle persone. Qui gli uffici devono vigilare meglio sulla concessione di agibilità che non deve essere data se persistono barriere architettoniche. 

La citta europea dello sport   - Innanzitutto complimenti per la determinazione con cui l'Amministrazione, Sindaco Ermanno Zacchetti in testa, insieme alle associazioni sportive hanno promosso Cernusco sul naviglio  come Città Europea dello sport. Come sapete la nostra città  proprio nei giorni seguenti il consiglio è stata scelta come Città Europea dello Sport 2020. Tutto questo non può che renderci tutti orgogliosi e stimolarci a migliorare le strutture esistenti sul nostro territorio e la partecipazione dei cittadini alla vita sportiva affinché lo sport cernuschese sia sempre più vivo,  partecipato e utilizzabile nelle strutture sportive.  
Ottima anche  la prospettiva delineata dal Sindaco per quanto riguarda il complessivo sviluppo   dei due centri sportivi comunali anche se rimangono forti dubbi sui tempi per la realizzazione di nuove strutture nel centro di via Boccaccio  a cui è stata data per altri due anni la gestione alla federazione Hockey, rimandando cosi le possibili ristrutturazioni necessarie di altri due anni, federazione  che aveva fallito nel realizzare una precedente convenzione di gestione e sviluppo del centro nel 2012. Lo spostamento dell'area cani e il campo polifunzionale  nello spazio verde delle giostre  saranno senz'altro due ottime iniziative da realizzare quanto prima, come anche l'area di educazione stradale di fronte alla sede della Polizia Municipale. 

Per quanto riguarda il centro di via Buonarroti ho sollecitato l'Amministrazione ad avere maggior determinazione nel  prendere le scelte che servono alla città per sviluppare il centro sportivo  a partire dal presentare in consiglio il Project  protocollato  da Enjoy per un investimento di più di 2 milioni di euro,   che riguarda la realizzazione di due campi a 11 in sintetico e la copertura di due campi di calcetto oltre ad altre strutture ricettive per le società sportive   al servizio della città; proposta protocollata ben due anni fa di cui si attende ancora che l'Amministrazione ne dia seguito portandolo in consiglio comunale; scelta  che se pur potrebbe  mancare di collegialità in tutti i    membri  di maggioranza potrebbe contare  però anche  sulle forze di opposizione che   potrebbero far prevalere il bene comune agli interessi politici di gruppo. 
 Avremmo preferito una proposta che comprendesse anche  il rifacimento della tribuna Scirea e la gestione dei tennis insieme  alla realizzazione del campo in terra rossa, essendo queste attività e strutture parti integranti del centro sportivo. 
Tribuna Scirea  che verrà ristrutturata con soldi pubblici per circa 1 milione e mezzo, denaro che sarebbe stato risparmiato se la struttura fosse stata inserita nel bando e costruita  in chiave moderna, bilaterale  sullo Scirea e sul campo 3 inserendo al proprio interno con  gli spogliatoi e i magazzini   altre strutture ricettive per il centro  . Strutture ricettive che avrebbero allargato il perimetro di azione e permesso al proponente di recepire entrate che avrebbero abbassato l' impegno  pubblico. 
Ottima invece la prospettiva di spostare il baseball lungo il naviglio dopo il campo da softball e di predisporre lo stadio del rugby nell'attuale campo di baseball con un ulteriore campo a nord del centro sportivo  che potrebbero cosi attrarre il centro federale  del rugby nella nostra città  con ingresso da via Fontanile. Tutto questo permetterebbe al calcio di ritornare nello stadio Scirea visto che un eventuale promozione non permetterebbe più l'utilizzo dell'attuale campo comunale.
Insomma Cernusco città Europea dello sport non avrà tutto pronto per il 2020 ma ha   la possibilità di diventare uno dei migliori centri sportivi d'Italia che  con lo spostamento dell'Ipsia sull'area Matplast potrebbe diventare un vero campus scolastico  e sportivo   dando così senso e forza alla costruzione della terza stazione della metropolitana cernuschese. 
Insomma il futuro dello sport di Cernusco è tutto da costruire anche se ha ampie possibilità di sviluppo oltre a  portare  ulteriore lustro alla nostra città. 

Oltre a pensare ai grandi spazi dei centri sportivi ho ricordato però come  serva risolvere  alcune criticità presenti nel palazzetto, come la questione dell'areazione e del  caldo soffocante d'estate nelle tre palestre oltre a saper consegnare  le strutture    alle società sportive come veramente  funzionanti. A questo proposito ho portato l'esempio del tabellone del palazzetto,   pagato prontamente dalla società del Basket  che in caso contrario non avrebbe potuto disputare i campionati. Società che ha già pagato per metà il rifacimento del parquet  nel precedente allagamento del palazzetto. 
Un comune che investe milioni di euro nello sport deve poter  essere pronto a investire e sostenere lo sport anche in questi non piccoli dettagli. 
Per quanto riguarda gli spazi non utilizzati ho ricordato come la palestra dell' Ipsia non venga ad oggi utilizzata da nessuna società sportiva. Spero che venga presto utilizzata da quelle società che non esigono di particolari strutture cosi da liberare altro spazio per chi ne ha bisogno per sviluppare lo sport giovanile. 

UNA CITTA’ BELLA VERDE - Condividiamo l'intento dell'Amministrazione di Tutela del territorio nel percorso del nuovo PGT attraverso la preservazione delle aree verdi e  valorizzazione delle aree  dismesse  anche se ci chiediamo come sia possibile che l'Amministrazione, continuità della precedente,  ancora non sia stata capace di impostare soluzioni che portino valore per la città dalle due immense aree dismesse come l'area ex-Garzanti in via Mazzini e dall'ex Albergo Molinetto. 
Sull'area ex Garzanti erano stati presentati alla città  parecchi progetti durante il concorso architetti nel 2017 ma ad oggi nulla  ancora si muove.
Altro spunto che ho dato  è quello di recuperare a verde le aree dismesse più che continuare con la malsana idea di chiedere in cambio dei 5000 mq del Parco degli Aironi l'area agricola tra il parco dei Germani e Ronco. Quest'area è agricola e verde e   verde rimarrà  anche senza diventare pubblica. Meglio la sfida di trasformare in verde le aree dismesse. 
Sulle aree verdi esistenti, Parco degli Aironi e Parco delle cave occorre che l'Amministrazione lavori affinché queste aree diventino fruibili dalle famiglie. E' questa la sfida dei comuni della cintura milanese. Rendere il verde esistente collegato tra esso  e  utilizzabile dai propri cittadini. 

Un Comune con il cittadino al centro e innovazione   - L'approccio alla progettazione dei servizi e degli strumenti utilizzati dalla Pubblica Amministrazione deve essere ripensato in un ottica digitale, mettendo al centro l'utente/cittadino nella certezza che grazie  all'innovazione e al digitale si possa migliorare la trasparenza e la qualità dei servizi erogati ai cittadini oltre a rendere più facile e veloce  il  lavoro dei dipendenti pubblici. 
A Cernusco sul naviglio sull'innovazione c'è tanto da fare mentre indiscutibilmente deficitari sono ad oggi il sito comunale, il wi fi pubblico, lo streaming dei consigli comunali e i mezzi di informazione nei confronti dei cittadini. 
Attendiamo fiduciosi convinti che l'Assessore competente possa fare bene sulla partita dell'innovazione.  

La città e le sue scuole inclusive e di qualità - Molto bene la presentazione fatta dall' Amministrazione   della costruzione della Scuola media nel nuovo Polo Scolastico a Est della città con  raddoppio della palestra, che speriamo questa volta sia costruita con ampi spazi  cosi   da permettere l'attività sportiva e le gare alle scuole come anche alle società sportive. Molto bene l'annuncio di voler creare il terzo istituto comprensivo che permetterebbe di passare dagli attuali 1800 alunni circa ai 1200  e renderne più semplice  la loro gestione.
Molto bene anche lo spostamento della mensa della scuola di via Manzoni dal sottoscala al piano terra  e la Riqualificazione degli spazi esterni ad uso sportivo della scuola Media di Piazza Unità d’Italia anche se chiediamo che quanto prima   l'amministrazione sistemi gli spazi sportivi, calcio e campo di basket,   dell'Istituto Rita Levi Montalcini in via don Milani. 
Per quanto riguarda il resto della discussione sulla scuola si rimanda alla prossima presentazione del Piano Diritto allo Studio che verrà portato in aula nel prossimo consiglio comunale. 


La città e i suoi spazi rigenerati   - Qui ho sollecitato l'Amministrazione a definire l'utilizzo del grande spazio ( dove sono stati distribuiti i sacchi ecuosacco)  vicino al centro sportivo  di via Buonarroti mentre anche la struttura a fianco di Villa Alari, dove erano presenti gli uffici scolastici e che viene ora utilizzata dagli uffici del piano di zona,  deve essere resa alla città in termini di utilizzo pubblico come spazio culturale inserito nei servizi della biblioteca o per altri servizi utilizzabili direttamente dai cittadini. 
Lasciare vuoti spazi come quello in via Buonarroti  è uno spreco che non rende  al bilancio comunale oltre a  non da un servizio alle associazioni e alla città.

 TRASPORTI E DIRITTO ALLA MOBILITA’  - Bene lo sviluppo delle piste ciclabili anche se va assolutamente preso qualche provvedimento per frenare i ciclisti veloci lungo il naviglio che rischiano di causare seri incidenti verso i nostri concittadini che godono quotidianamente e ancor più del week end delle nostre passeggiate lungo il naviglio. 
Inoltre occorre agire per limitare il traffico passante a partire dal traffico dei bus extra cittadini che sostano alla metropolitana di viale Assunta spostandoli su Villa Fiorita.

TUTELA DELLA SALUTE    - Qui c'è un grande problema riguardante i medici di famiglia non più sufficienti a coprire le esigenze della popolazione. 

A questo proposito ho invitato l'Amministrazione a valutare la concessione in affitto di locali comunali a prezzi calmierati per invogliare i medici a venire a Cernusco dove è risaputo gli affitti dei locali privati sono più alti dei paesi limitrofi. 

Locali pubblici che permetterebbero  ambulatori medici in sinergia tra loro. 

Rimane inoltre il problema della qualità dell'aria sui cui intervenire attraverso tutte quelle azioni che possono abbatterne la nocività a partire dal divieto di utilizzo dei soffiatori che rialzano il pm10 da terra spargendo lo sporco. 

Il nuovo piano per lo spazzamento pare eviterà finalmente  l'uso dei soffiatori  come si evince dal  comunicato stampa del comune  

Sempre sulla tutela della salute abbiamo sollecitato il Sindaco ad avere la risposta sulle modalità delle disinfestazioni delle  zanzare a una mia richiesta datata 4 giugno non ancora evasa. Informazioni che speriamo l'anno prossimo venga data per tempo nell'interesse dei cittadini. 

Per ultimo ho ricordato come gli investimenti sulle due stazioni della metropolitana non devono far dimenticare che occorre predisporre le barriere anti rumore sul tracciato dei treni che affianca le case di via don Sturzo  e via  Toti. 


Insomma un Dup che delinea buone intenzioni  anche se mantiene in sé alcune criticità.

Per questo motivo Cernusco Civica non ha votato contro ma si è astenuta. 

Claudio Gargantini
Consigliere Comunale Cernusco Civica.





lunedì 1 ottobre 2018

Nuovo piano di spazzamento e pulizia strade tutto da verificare .

In un comunicato stampa del 1 ottobre l'Amministrazione comunale annuncia un cambio di rotta nella pulizia delle strade. Come Cernusco Civica abbiamo chiesto più volte di eliminare l'uso dei soffiatori che alzano le polveri sottili spostando lo sporco più che eliminandolo come farebbero invece l'acqua o gli aspiratori usati in parecchi comuni , soffiatori che finalmente anche l'amministrazione comunale ammette, nel proprio comunicato stampa,  essere nocivi e dannosi per la salute pubblica. Nel comunicato si sottolinea anche come la nuova modalità di pulizia strade permetterà alla polizia locale di rilevare le auto rubate e abbandonate.  

Ecco alcuni passi del comunicato stampa in cui si ricorda come  "l’istituzione dei divieti potrà provocare qualche problema ai residenti" e che "la necessità di spostare le auto, invece, porterebbe a individuare da parte della Polizia Locale in modo immediato le vetture abbandonate o rubate che sostano per molto tempo lungo le vie e nei parcheggi della città." comunicato che termina ricordando come   "l'utilizzo di massivo dei soffioni porta a sollevare pulviscolo e polveri inquinanti depositate sull’asfalto, diffondendole nella zona intorno all’area oggetto di pulizia."  



A questo proposito rimangono forti dubbi sui divieti a zone negli orari dello spazzamento che non sarebbe necessario se venissero usate le spazzatrici   "Sweepy-Jet”, con  lancia con acqua in pressione che permette di pulire anche sotto le auto parcheggiate  senza sollevare  pulviscolo e polveri inquinanti depositate sull’asfalto ( vedi per esempio Amsa a Milano o Pioltello); l'utilizzo delle lance a acqua  non necessita dello spostamento della auto in quanto l'acqua pulisce strade e marciapiedi senza necessità di divieti che rendono spesso più difficile la vita ai residenti e  ai cittadini che utilizzano le attività sociali e commerciali delle zone della città (vedi in zona Tre Torri le mattine dei divieti per la pulizia delle strade)


Per quanto riguarda invece  il rilevamento delle vetture abbandonate e rubate più che apporre degli avvisi   basterebbe che l'Amministrazione  dotasse la Polizia Locale delle "Street control"  , auto   che permettono , grazie alle telecamere posizionate sul tetto delle pattuglie, di "leggere" la targa delle auto posteggiate in divieto di sosta mentre l’auto dei vigili percorre le strade cittadine permettendo cosi  verbali immediati  per irregolarità nelle assicurazioni, furti e mancate revisioni. 
Insomma, grazie alla tecnologia e alla innovazione, strade più sicure e lotta ai furti e ai furbetti. 





Ringraziamo comunque  l'Amministrazione comunale  della buona volontà a migliorare pulizia e decoro e  verificheremo insieme come l'auspicato miglioramento   sia effettivo mentre salutiamo la fine dell'utilizzo del soffiatori, dannosi per la salute di chi li utilizza e dei cittadini,  il cui uso dovrebbe essere bandito  al pubblico come al privato all'interno delle nostre città. 





Claudio Gargantini - Capogruppo Cernusco Civica
Consigliere Comunale Cernusco sul naviglio

lunedì 3 settembre 2018

La disinfestazione zanzare a Cernusco. Quali sono le modalità di esecuzione e quelle di comunicazione verso i cittadini?

La campagna di disinfestazione contro le zanzare rimbalzata all'attenzione dei cittadini della Martesana dopo il caso di contagio di  infezione da West Nile Virus contratta probabilmente in zona lago malaspina, ha scatenato alcune polemiche sui social tra  i cittadini cernuschesi  che chiedevano al sindaco Zacchetti lo stato delle disinfestazioni sul territorio comunale e il Sindaco che rimandava ai cittadini la richiesta  di effettuare la domanda presso gli uffici comunali. 
Da parte mia ho già  inoltrato via pec  il 4 giugno   la domanda per conoscere le modalità delle disinfestazioni  e quelle secondo cui l'amministrazione provvedeva ad informare i cittadini. 
Purtroppo ad oggi non ho ancora ricevuto la risposta. Ho provveduto quindi ad inoltrare un sollecito via pec come riporto qui sotto




Da: claudio.gargantini [mailto:claudio.gargantini@pec.it]
Inviato: lunedì 3 settembre 2018 21:07
A: pec municipio
 
Oggetto: I: informazioni sulle disinfestazioni zanzare

Buona sera, ricordo che  non ho ancora ricevuto la   risposta inerente la richiesta da me effettuata  il 4 giugno riguardante le informazioni sulla disinfestazione zanzare.
Sollecito   che la risposta mi venga inviata quanto prima.
Grazie
Cordialmente 
 
Claudio Gargantini
Consigliere comunale
capogruppo Cernusco Civica

 335.6920669
 https://www.facebook.com/cernuscocivica/ 

Da: "claudio.gargantini" claudio.gargantini@pec.it
Cc: "fortunato napoli " segretario generale   
Data: Mon, 4 Jun 2018 18:36:44 +0200
Oggetto: informazioni sulle disinfestazioni zanzare


Buona sera, raccolgo da tempo segnalazione e richieste dei cittadini sulle modalità di disinfestazione zanzare in città e nei parchi cittadini.
Chiedo quindi in quale link del sito comunale queste informazioni sono segnalate e/o in quali altre modalità?!
In caso contrario chiedo di avere le informazioni riguardante le disinfestazioni riguardante il 2018 e con quali mezzi di comunicazione l' Amministrazione intende veicolare le informazioni verso i cittadini?!!
Grazie per il cortese riscontro.
Cordialmente
 

Claudio Gargantini
Consigliere comunale
capogruppo Cernusco Civica

 335.6920669
 https://www.facebook.com/cernuscocivica/ 

sabato 23 giugno 2018

Una buona notizia! Il Sindaco di Carugate, Luca Maggioni, ha deciso di non uscire più dal PLIS EST DELLE CAVE.


COMUNICATO STAMPA
Una buona notizia! Il Sindaco di Carugate, Luca Maggioni, ha deciso di non uscire più dal PLIS EST DELLE CAVE.
 Lo apprendiamo dalla lettura del verbale della seduta del Comitato di gestione dello scorso 4 giugno, pubblicata con le delibere  del Comune di Cernusco, seduta alla quale questa volta, pur tenendosi l’incontro nella sala giunta del comune di Cernusco sul naviglio,  era stranamente assente la rappresentanza della maggioranza cernuschese   rappresentata dal Sindaco   Ermanno Zacchetti e dall’Assessore al Territorio Paolo Della Cagnoletta.  
Al momento non ci risultano comunicati ufficiali da parte dei Sindaci del Plis.
La decisione di togliere le aree di Carugate dal plis est cave, un parco sovracomunale nato ufficialmente una decina di anni fa ma in gestazione da molto tempo prima, era parsa a tutti improvvisa e incomprensibile.  Da più parti, Consiglieri Comunali e Associazioni, si erano levate voci contrarie.
La spiegazione data nel Consiglio Comunale di Carugate di togliere le aree verdi di Carugate da questo plis per trasferirle in un altro plis (Pane ex Molgora) non aveva convinto per varie motivazioni. Le aree di Carugate sono divise dal plis Pane da importanti reti stradali, quindi non c'è continuità territoriale. I due parchi plis hanno vocazioni diverse, il Pane più agricolo e il plis cave  caratterizzato da vaste aree con  cave attive  e laghetti e parchi da aree rinaturalizzate (parco increa e parco aironi per esempio).
Concordiamo con le dichiarazioni degli amministratori di Carugate relative alla debolezza del plis Cave ma sta proprio ai Sindaci dare una svolta, cercando risorse da investire e presentando progetti ed è proprio quello che chiediamo da anni!
Con Parco Aironi abbiamo anche dimostrato che se c'è la volontà politica si possono trovare enti e associazioni che si prendano in carico la gestione e le attività del parco, a costo zero per i Comuni,  ma questa volontà non è mai stata concretizzata dalla maggioranza dei Sindaci del Comitato gestione plis.
L’interesse di tutti, auspicato anche dal  Presidente Veneroni e sostenuto dal Sindaco di Cologno Rocchi, è quello di  permettere alle  famiglie del territorio di godere del verde del Parco in modo facile e piacevole.  

Claudio Gargantini - Consigliere Comunale Cernusco Sul Naviglio
Roberta Ronchi - Consigliere Comunale Carugate




lunedì 4 giugno 2018

informazioni sulle disinfestazioni zanzare



Da: claudio.gargantini [mailto:claudio.gargantini@pec.it]
Inviato: lunedì 4 giugno 2018 18:37
A: pec municipio
 
Oggetto: informazioni sulle disinfestazioni zanzare
















Buona sera, raccolgo da tempo segnalazione e richieste dei cittadini sulle modalità di disinfestazione zanzare in città e nei parchi cittadini. 
Chiedo quindi in quale link del sito comunale queste informazioni sono segnalate e/o in quali altre modalità?!
In caso contrario chiedo di avere le informazioni riguardante le disinfestazioni riguardante il 2018 e con quali mezzi di comunicazione l' Amministrazione intende veicolare le informazioni verso i cittadini?!!
Grazie per il cortese riscontro.
Cordialmente
 


Claudio Gargantini
Consigliere comunale
capogruppo Cernusco Civica

 335.6920669
 https://www.facebook.com/cernuscocivica/ 

venerdì 1 giugno 2018

INTERROGAZIONE - Cernusco città migliore grazie all’abbattimento delle barriere architettoniche. Realizziamo il PEBA


Da: "claudio.gargantini" claudio.gargantini@pec.it
Cc:
Data: Fri, 1 Jun 2018 13:37:25 +0200
Oggetto: INTERROGAZIONE - Cernusco città migliore grazie all’abbattimento delle barriere architettoniche. Realizziamo il PEBA

Nel consiglio comunale dei ragazzi svoltosi Mercoledì  30 maggio all’Agorà ,  alcuni studenti neo consiglieri del consiglio comunale dei ragazzi hanno espresso il desiderio di avere a Cernusco parchi giochi  inclusivi.
Ad oggi però  nel nostro comune non è stato  impostato ne attuato il PEBA, Piano Eliminazione delle Barriere Architettoniche obbligatorio per i comuni .

Ricordiamo che l'Italia introduceva  i PEBA nel  lontano 1986, con la legge 41/86 (art. 32) mentre con la legge n. 13/1989,  stabiliva i termini e le modalità in cui deve essere garantita l'accessibilità ai vari ambienti, con particolare attenzione ai luoghi pubblici.
Anche ANCI Lombardia con la  Circolare n. 25/18 ha attivato un  Monitoraggio dei dati relativi allo stato di attuazione dei Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA), di cui alla Legge Regionale 20 febbraio 1989, n. 6 chiedendo di rispondere a un questionario on line.
Ricordiamo  come una città senza barriere fisiche , sensoriali e uditive permette a tutti di muoversi liberamente sentendosi così a pieno titolo parte di una comunità.
In questo modo Cernusco dimostrerebbe,  anche  urbanisticamente, di essere una città veramente inclusiva che risponde meglio    al’ attenzione verso coloro che hanno modi differenti di muoversi, vedere e sentire;  tensione al’ inclusione che Cernusco ha sempre dimostrato nel proprio tessuto sociale e  nelle  tantissime iniziative di volontariato messe in atto dalle parrocchie e dalle associazioni di volontariato , nonché dai privati cittadini.
 
A questo proposito chiediamo:
1  - Se il nostro comune ha risposto al questionario on line richiesto da Anci Lombardia e di averne copia!?
2   - Il motivo per cui non è   stato ancora attuato il PEBA!?
3   - Quale iniziativa è nelle intenzioni del Sindaco mettere in atto per iniziare il percorso riguardante il Piano Eliminazione Barriere Architettoniche a Cernusco sul Naviglio.?!

Grazie per la risposta scritta
Claudio Gargantini Consigliere comunale
Capogruppo  Cernusco Civica

 335.6920669
 https://www.facebook.com/cernuscocivica/




lunedì 28 maggio 2018

i miei 8x1000 e 5x1000

Quest'anno mio 8x1000 alla chiesa valdese che nulla tiene per il proprio clero ma tutto dona in progetti di vita e il mio 5x1000 al progetto PizzAut per un inclusione lavorativa che rende il lavoro dignitoso per tutti.

Anche se più che dare  ricevo da queste due realtà continui spunti di riflessione e di crescita. Grazie a loro. 

claudio 

sabato 26 maggio 2018

I Care Cernusco. La vita del consigliere comunale.

Indirizzo e controllo dell'attività amministrativa come ricorda l'ANCI;  accesso agli atti presso gli uffici comunali;  piena libertà d’azione, d’espressione e d’opinione politica come indicato nel Regolamento del consiglio comunale ,  sono le   principali attività di ogni  consigliere comunale. 
Lo faccio fin dal 2010 dopo   2 anni e mezzo di maggioranza con il Sindaco Comincini dal 2007 , e chiedo scusa se a volte sono in ritardo nel rispondere alle varie sollecitazioni che mi arrivano in vario modo.
Costruire la città dall'opposizione, dando sempre ragione delle proprie scelte e chiedendo le ragioni delle scelte amministrative   è quello che abbiamo dichiarato in questa legislatura amministrativa. 
Una critica costruttiva che sappia sempre dare voce alle critiche senza mai dimenticare un azione propositiva. 
Faccio il consigliere  attraverso l'ascolto delle esigenze e dei bisogni di ogni cittadino pensando sempre  alle migliori soluzioni, piccole o grandi che siano,  che devono incontrare e confrontarsi con l'azione amministrativa della maggioranza;  che è vero ha si vinto le elezioni  e deve governare  ma è altrettanto vero che non può possedere a prescindere le migliori soluzioni per il bene dei cittadini e della nostra città. Da qui il continuo confronto dato anche dalla disponibilità dichiarata dal Sindaco e dalla giunta in sede di linee programmatiche a tenere sempre aperta la porta dell'ascolto e del confronto con l'opposizione. 
Ora che l'Amministrazione, grazie all'azione del Presidente del consiglio  metterà a disposizione dei gruppi consiliari una sala riunioni, potremmo impostare con scadenza fissa incontri aperti a tutti  per dare voce a ogni cittadino che vuole prendersi cura della propria comunità. 

Come scritto prima, portate pazienza perché tutto deve essere incastrato tra la famiglia e il lavoro, senza dimenticare qualche momento di cura del benessere personale che non deve mai mancare.

Continuate comunque a sollecitarmi segnalandomi le varie criticità come anche le nuove  esigenze a cui l'amministrazione  ancora non ha dato  risposte. 
Io non mancherò di chiedere a ogni persona di aiutarmi a trovare le soluzioni e a fare proposte affinché la vita della comunità di Cernusco sul naviglio sia sempre più rispondente alle esigenze di tutti. 

Grazie 
Claudio Gargantini
Consigliere comunale Cernusco Civica. 

335.6920669 -  cernuscocivica@gmail.com 









giovedì 24 maggio 2018

Gli impegni di Cernusco Civica

In queste poche battute concesse al nostro gruppo consiliare, solo 1.300 contro le 3.800 dei gruppi di maggioranza, ricordiamo i temi su cui stiamo lavorando.






Benessere e Salute. Lavorare per una miglior pulizia della città e per l’eliminazione dei soffiatori che alzano il PM10, causa di tumori polmonari, nocivo alla salute dei lavoratori e di tutti noi, in particolare bambini e anziani. Questo tipo di pulizia crea inoltre enormi disagi   imponendo la sosta vietata negli orari di pulizia strade. Passare alle macchine con la lancia ad acqua significherà pulire bene strade e marciapiedi e permettere alle auto di posteggiare senza limitazioni di orario nelle zone di pulizia.
Barriere architettoniche. La legge 41/86 e 104/92 impone ai comuni di predisporre il Piano Eliminazione Barriere Architettoniche per permettere a tutti quelli che convivono con difficoltà motorie, visive e uditive di muoversi liberamente.  Una città senza barriere è più vivibile e rispettosa della libertà di tutti. Il Sindaco Zacchetti  ha dichiarato  che la sua “è la politica che non lascia indietro nessuno”.  Bene! E’ tempo di passare dalle parole ai fatti.
Vivere nel verde. Lavoriamo per rendere i nostri parchi accessibili alle famiglie.  La sfida di Cernusco e dei paesi confinanti è quella di valorizzare il Parco degli Aironi e il Parco Est delle Cave rendendoli facilmente raggiungibili e piacevoli per le famiglie. 
E’ tempo di lavorare insieme per questi importanti obiettivi.

Claudio Gargantini
Capogruppo Cernusco Civica.

*articolo per l'informatore comunale Fuori Dal comune in uscita a giugno 2018 

martedì 22 maggio 2018

Le minoranze consiliari discriminate nel Notiziario Comunale di Cernusco sul Naviglio.


Anche sotto l'Amministrazione Zaccheti,  dopo ben   dieci mesi dal suo insediamento, le minoranze consiliari  continuano a essere discriminate per lo spazio inerente gli articoli che verranno pubblicati sul Notiziario Comunale

Attualmente il regolamento, preparato dalla precedente maggioranza nel 2009 composta da  PD, Vivere Cernusco e Rifondazione,  suddivide gli spazi  in maniera paritetica tra maggioranza e opposizione.

Per tanto ad oggi gli spazi sono i seguenti:
-Testi gruppi di maggioranza: massimo 3.800 battute spazi inclusi

-Testi gruppi di minoranza: massimo 1.300 battute spazi inclusi

-Testo Presidente del Consiglio: 2500 battute

E' da parecchio tempo che i capigruppo hanno chiesto al Presidente del  Consiglio di rivedere i Regolamenti per migliorare la gestione delle interrogazioni , le interpellanze e le domande di attualità;  come di dare lo stesso spazio nel notiziario  a ogni gruppo consiliare. 

A questo si aggiunge l'impegno preso dalla nuova Amministrazione di dotare finalmente i gruppi  consiliari di una sala per le riunioni. Criticità poco sentita da chi come Partito democratico e Vivere Cernusco hanno sede propria, ma molto sentita per   tutti gli altri gruppi, che non hanno una sede. 

Le intenzioni di tutti, attuale maggioranza e opposizione,  sono buone anche se ciò che manca sono i  tempi certi per attuare tutte quelle novità che darebbero una miglior gestione della democrazia tra i vari gruppi rappresentanti i cittadini in consiglio comunale. 

Confidiamo nell'attenzione del Presidente del consiglio Pietro Melzi affinché quanto prima    venga messo mano al Regolamento per una maggior rispondenza alla democrazia e alla  trasparenza amministrativa.


Claudio Gargantini
consigliere comunale Cernusco Civica






       

sabato 12 maggio 2018

In Regione Lombardia ancora più forte il NO all'ampliamento del Carosello con Riccardo Pase Presidente della Commissione Ambiente


COMUNICATO STAMPA



Con la nomina a Presidente della Commissione Ambiente del  consigliere regionale della Lega Riccardo Pase  siamo convinti che sarà messa la parola fine al dannoso progetto di ampliamento del centro commerciale Carosello previsto fino su un  Parco Comunale.
Denunciamo da anni il serio pericolo per la possibile ed ennesima colata di cemento che porterà con sé aumento del traffico, il peggioramento della qualità dell’aria con i pericoli per la salute dei cittadini,  la distruzione di ampie aree verdi e la minacce per la falda acquifera senza dimenticare l’ennesimo attacco al commercio di vicinato necessario per la vita di ogni paese.  Nella maggioranza sono tutti temi oggetto di politiche regionali proprio della Commissione Ambiente.
Difesa del territorio e contrarietà all’ampliamento fin sul Parco degli Aironi sostenute da sempre anche dal consigliere regionale della Lega Nord Riccardo Pase.
Sottolineiamo come in Regione il progetto abbia già avuto due sonore bocciature e nonostante questo i Sindaci di Carugate e Cernusco sul naviglio non abbiano mai chiesto con consapevolezza a difesa del proprio territorio il ritiro della proposta di ampliamento.  
I consiglieri regionali e comunali , le associazioni di territorio e i cittadini che difendono il nostro territorio dall’attacco dell’ampliamento sanno che da oggi in Regione la voce di contrarietà a questo ampliamento sarà ancora più forte e determinata.
Ribadiamo il nostro obiettivo, ossia lavorare affinché il Parco degli Aironi e l'intero Parco Est delle Cave venga potenziato e torni ad essere fruibile alle nostre famiglie come luogo di benessere nel verde. 

Claudio Gargantini
Consigliere Comunale a Cernusco Sul Naviglio
Roberta Ronchi
Consigliere Comunale a Carugate

Lasciami un tuo segno. Grazie

Grazie per i commenti lasciati. Vi chiedo una cortesia, lasciate la vostra firma, un riferimento, almeno il nome, magari la mail. La vita non è solo questione di merito e di metodo, ma anche e soprattutto una questione personale. Le cose che si dicono, come si dicono, acquistano sapore se riferite a un volto, a un nome.Ciao Claudio.



mail claudiogargantini@alice.it

cell. 335.6920669

fax 06.418.69.267