sabato 16 febbraio 2019

Project financing . I conti economici del progetto di finanza proposto da Enjoy


Project financing . I conti economici del progetto di finanza proposto da Enjoy

Dopo l’analisi politica e sportiva, fatta nel precedente articolo,  ecco alcuni numeri a sostegno della bontà del progetto.

L’investimento di Enjoy è di 2.461.527 euro  investimento totalmente a carico dell'operatore, che non và confuso con il contributo in conto gestione che il comune  verserà  e sarà  di 325.000 +iva. Ma Cosa vuol dire in conto gestione?   Vuol dire che questi soldi vengono dati  al gestore  per lo spazio che lo stesso   lascia al comune  in modo da  permettere alle associazioni sportive di continuare a pagare le tariffe comunali a prezzo calmierato, prezzo ricordiamo molto basso e inferiore di quanto pagano le associazioni sportive per esempio nel comune di Milano, infatti nelle varie fasi della trattativa e dialogo con gli uffici Enjoy si era resa disponibile a rifiutare il contributo per applicare tariffe calmierate e ben al di sotto dei prezzi di mercato.

Per fare degli esempi un campo da calcio in sintetico ultima generazione a 11 con luci e spogliatoio veniva proposto a  25 euro  ora, valore di mercato dai 130-150 €, mentre il palazzetto a 20€ ora contro un  valore di mercato di 55-60 euro. Qui   è mancata un attenta analisi   da parte dell’Amministrazione sui costi-benefici   che avrebbe verificato se questa ipotesi avrebbe fatto risparmiare soldi pubblici in quanto scegliendo questa formula, che avrebbe richiesto un integrazione da parte dell’Amministrazione per coprire la differenza tra ciò che le Associazioni sportive oggi pagano e la quota da versare al gestore, si sarebbe  però evitato l’esborso del  conto gestione di 325.000 + iva. 
In questo caso l’ Amministrazione ha scelto invece  la formula del conto gestione mentre in tutti i casi l’esborso da parte delle Associazioni non sarebbe variato.

Ad oggi il Comune   per la gestione complessiva del Centro sportivo spende circa 500.000 euro (iva inclusa) che comprendono la gestione, le manutenzioni, vedi presidi antincendio, l’elettricista, la gestione del pilomat dell’ingresso   , il costo delle  utenze, etc... e con il centro nelle condizioni che conosciamo... vedi pilomat rotti da 2 mesi.
Con la gestione derivante dal Project questi costi saranno completamente a carico del gestore  e le manutenzioni(vedi pilomat all'ingresso del centro sportivo oggi spesso fuori uso) saranno immediate ed efficaci.

Aggiungiamo comunque che escludendo il  Rugby e il Tennis non presenti nella proposta di Enjoy  il comune grazie al Project  risparmierà circa 38.000 euro all'anno, oltre che 71.000  di nuove utenze dei nuovi fabbricati che non dovrà pagare.

Non solo risparmierà ma sono aumentate anche le ore a disposizione del comune e delle associazioni che si evince mettendo a confronto il piano attuale  da quello presentato da Enjoy  sull'occupazione spazi.

In ultimo ribadiamo e ricordiamo  che le opere sono tutte a carico del proponente il progetto di finanza senza alcuna fidejiussione o contributo comunale (che poteva arrivare fino al 49% degli investimenti) che significa rischio zero per Amministrazione.  Anzi se il vincitore del bando dovesse fallire dopo la costruzione delle opere il comune godrebbe gratis dell’intero investimento e dei nuovi impianti, senza dover dare tra l'altro il contributo di gestione.

Questo a differenza della piscina dove   l’Amministrazione si ritroverebbe a pagare il mutuo, di cui il  comune ha fatto da garante con 4.6milioni di euro nel caso Enjoy dovesse fallire.

Possiamo dire quindi che anche a livello economico, oltre che a livello di politica sportiva,  il progetto sta in piedi contro una mai arrivata proposta di investimento totalmente pubblico. Il comune potrà dirottare queste risorse economiche su altri servizi o strutture a partire dai nuovi campi di Rugby e dall’ implementazione del Centro sportivo di Via Boccaccio.

Claudio Gargantini
consigliere comunale Cernusco sul naviglio 
Cernusco Civica

giovedì 7 febbraio 2019

Lo sport unisce anche il consiglio comunale di Cernusco sul Naviglio

Lo sport unisce e guarda avanti. Ed è per questo che il miglioramento del centro sportivo di via Buonarroti è sempre più una realtà grazie alla condivisione di intenti di maggioranza (PD) e opposizione (Lega, Forza Italia, lista Gianluigi Frigerio e Cernusco Civica)  che hanno approvato nel consiglio comunale di lunedi 4 febbraio il Project Financing proposto da Enjoy e portato in consiglio comunale dall'Amministrazione Zacchetti  per la ristrutturazione e la gestione del Centro Sportivo comunale di Via Buonarroti
Contrari al Project  il  Movimento 5 stelle , Sinistra x Cernusco e La Città in Comune  insieme a  Vivere Cernusco che si è astenuto 

Il progetto approvato prevede : 
  • il rifacimento dei due campi di calcio in  SINTETICO   che aumenteranno il loro utilizzo  e l’efficacia del gioco.
  • un nuovo blocco SPOGLIATOI necessari per un miglior servizio alle società sportive. 
  • il rifacimento del campo di CALCETTO  con relativa  COPERTURA   
  • un NUOVO BOCCIODROMO CON AREA TEMPO LIBERO    
  • Uno SPAZIO LUDICO- SPORTIVO di tappeti elastici,  ovvero  un sano divertimento per i ragazzi che può essere utilizzato anche in chiave agonistica sportiva per gli allenamenti delle società sportive. 
  • Una CUCINA e PUNTO COTTURA  


Tutto questo prevede una gestione efficace e puntuale in stile centro natatorio comunale  ENJOY center  ,sempre garantendo  il maggior utilizzo  delle ore del centro alle Societa' Sportive ai prezzi calmierati concordati con l' Amministrazione.  

Il tutto per un investimento privato di  2.461.527 euro 
Un intervento che oltre a migliorare le strutture  aumenterà  i posti di lavoro, la sicurezza, l'accessibilità ai disabili e   soprattutto la sua gestione. 

Certo avremmo visto di buon grado l'inserimento nel Project anche del tennis insieme alla costruzione di un nuovo campo in terra rossa cosi da rendere omogeneo il perimetro di intervento ma per questo dovremmo attendere un nuovo bando. 
Come    vediamo   utile anche l'inserimento nel centro  di una club house con ristorante-pizzeria per dare una miglior servizio a tutti i frequentatori del centro sportivo e delle scuole adiacenti.

Il nostro centro sportivo si  candida a diventare un eccellente  centro sportivo  grazie al Project  e alle novità annunciate dall'Amministrazione che prevedono lo spostamento del  campo da baseball   a fianco di quello di softball lungo il naviglio per lasciare spazio  al nuovo stadio del Rugby che insieme a un nuovo campo   a nord del centro sportivo con nuove tribune potrebbe diventare centro federale del Rugby che permetterebbe cosi il rientro del calcio nello stadio Gaetano Scirea e al nuovo campo in terra rossa che migliorerebbe il nostro centro tennistico. Tutto questo  mantenendo gli standard qualitativi e gestionali del centro natatorio comunale Enjoy Center.

Sono rispettabili anche le preoccupazioni espresse dai consiglieri  riguardante il  possibile maggior traffico e i posteggi ma penso che proprio il maggior afflusso al centro darà una spinta a trovare le migliori soluzioni per rendere fruibile al meglio  il centro sportivo. 

Non spaventano nemmeno i cantieri che saranno presenti nel 2020 quando Cernusco sarà Città Europea dello Sport in quanto  i benefici che le società sportive e i cittadini avranno del futuro Centro sportivo  sono nettamente superiori ai possibili disagi che incontreremo per strada. 

Va ringraziato   il proponente del Project  Enjoy  che crede allo sviluppo del nostro centro sportivo ed ha già saputo ampiamente dimostrare capacità imprenditoriali e gestionali nel progetto realizzato anni fa con l'Amministrazione riguardante il centro natatorio comunale. 
In tutto questo vanno ringraziati gli uffici comunali con i loro dirigenti che hanno seguito la  presentazione del Project  oltre alla Consulta dello Sport che ha  dato parere positivo al progetto. Ora verrà pubblicato il bando pubblico per aggiudicare i lavori.


Il passato e il futuro si chiama partenariato pubblico e privato che permette grazie agli investimenti privati rinnovi strutturali e nuove realizzazioni  nei centri sportivi pubblici con notevoli miglioramenti sia strutturali che gestionali. 
In questa direzione si potrà lavorare anche per il futuro campo da Rugby, per il centro tennistico  e per lo sviluppo del centro sportivo di via Boccaccio.

Diciamo quindi che Lunedì scorso  si è consumata una bella pagina di consiglio comunale dove il bene comune ha prevalso sugli equilibri di maggioranza e di partito.
Possiamo ben dire che  questa volta lo sport  e la buona politica hanno  unito e vinto insieme. 

Claudio Gargantini 
consigliere comunale Cernusco sul naviglio 
capogruppo Cernusco Civica








mercoledì 5 dicembre 2018

Gaetano Scirea tra ignoranza e oblio. Sindaco Zacchetti occorre una scritta che lo ricordi nel suo stadio.

La figura di Gaetano Scirea è tornata alla ribalta in questi giorni per le ignobili scritte ritrovate prima della partita Fiorentina - Juventus.


Se tali scritte sono da condannare senza se e senza ma, è altrettanto vero che l'antidoto migliore per ricordare campioni del calibro di Gaetano Scirea sono  il suo ricordo e la disposizione di simboli che ne richiamino la figura di sportivo di alto livello nel calcio come nella vita. 

Non è accettabile che ad oggi lo stadio Gaetano Scirea si presenti in questo modo   agli sportivi e alla città , senza nessuna scritta in suo nome e con i bidoni della spazzatura in bella vista al suo ingresso.



Ecco perchè invito il Sindaco Ermanno Zacchetti ,  in vista della ristrutturazione della Trubuna dello stadio cernuschese dedicato all'indimenticabile Scirea , cernuschese di nascita, di far predisporre all'ingresso dello stadio una scritta e un ricordo riguardante la figura del grande campione.  Claudio Gargantini
Consigliere comunale 

venerdì 30 novembre 2018

Informatore comunale - Provaci ancora Zac


Cernusco città Europea 2020 è un motivo d’orgoglio per tutta la nostra città. Risultato per cui ringraziare chi ci ha creduto da subito come il Sindaco Zacchetti, la giunta e le società sportive cernuschesi. Cernusco 2020 è alle porte e ci ricorda come la nostra impiantistica sportiva debba brillare per l’evento.  
Ma il centro sportivo di via Boccaccio, dove persistono ampi margini di sviluppo, rimarrà cosi in quanto i due anni di convenzione con la Federazione Hockey non prevede nessun ritocco alle strutture.
Il Project proposto da Enjoy Sport sul centro di via Buonarroti, per il rifacimento dei campi da calcio in sintetico, copertura di due campi da calcetto che diventano anche palestre, uno spazio gioco-sport tipo Zero Gravity etc..,  giace da più di due anni tra gli uffici e le stanze dei partiti che devono decidere cosa fare da grandi.  Le palestre di via Buonarroti a ogni alluvione si allagano rovinando il parquet e le strutture della ginnastica;  senza dimenticare il caldo torrido al suo interno d’estate.   
La tribuna del Gaetano Scirea   messa a bando per il suo rifacimento si ritrova un vincitore che non ha mai realizzato un impianto sportivo.

Insomma le idee ci sono, i soldi pubblici e gli investimenti privati anche. Quello che pare mancare è una determinata programmazione che oltre a farci sognare ci dia la possibilità di fare sport bene e in strutture eccellenti come Cernusco merita.

Buone feste! Claudio Gargantini
Consigliere comunale – capogruppo Cernusco Civica. 


+articolo per l'informatore comunale in uscita a  dicembre. 



domenica 18 novembre 2018

Educare alla memoria è una necessita oltre che un dono.

Le critiche della consigliera della Lega Paola Malcangio verso il ruolo che l'Assessore all'Educazione di Cernusco sul naviglio Nico Acampora  svolge nella drammatizzazione presso le scuole atta a fare memoria e a "provare" l'esperienza dei campi di concentramento  meritano una riflessione che vada oltre il punto in questione. 

La prima è che i drammi rendono  più forti coloro che li hanno vissuti mentre per gli eredi  la drammatica esperienza del regime nazifascista si trasforma in un dono per comprendere sempre meglio il valore della libertà. 

Se sono molteplici le modalità per ricordare,  nel caso di una drammatizzazione, l'esperienza ha bisogno di una sceneggiatura, una scenografia , costumi e interpretazioni che rendano al meglio la rappresentazione rendendola quanto più possibile vivibile. 

Nel nostro caso sono molteplici le rappresentazioni fatte da Nico Acampora, sia a Cernusco che in altri comuni di ogni colore politico,  per cui mi pare di capire che se tante sono le repliche significa che questa drammatizzazione ha il suo  riconosciuto valore.
Valore ricordato anche in consiglio comunale dal capogruppo della Lega che ha partecipato  a una rappresentazione  in  terza media.  

Ecco perché il sollecito della consigliera affinché l'Assessore non partecipi alla rappresentazione o non indossi i costumi da nazista suono fuori luogo. 

Anche i solleciti al Prefetto da lei inoltrati sono fuori luogo , visto che non c'è nessuna norma e nessuna legge che vieti a un uomo politico che ricopra incarichi nella pubblica amministrazione di fare teatro e di  recitare la parte del nazista.
Anzi in Italia c'è una legge che vieta l'apologia del fascismo e non il ricordo della tragedia del regime che i nostri padri e le nostre madri hanno conosciuto e che noi abbiamo il dovere di ricordare. 

Di fronte alle sensibilità differenti dimostrate dalla consigliera  non possiamo cedere a noi stessi e alla nostra voglia di fare memoria e di mettere in campo tutte le energie possibili per ricordare  il dramma del regime nazifascista conosciuto dal nostro popolo e gridare forte la voglia di libertà. 

Ho iniziato a fare politica affascinato, durante il ritiro dell'Associazione Rosa Bianca a Camaldoli nel 2005,  dalla storia degli studenti tedeschi che si opposero sessant'anni fa al regime di Hitler a mani nude. Per questo furono arrestati, condannati per alto tradimento e decapitati da un'efficiente ghigliottina.


Ecco perchè, oltre a proporre un interrogazione al Sindaco per avere la documentazione che gli impone di vietare la partecipazione dell'Assessore alla drammatizzazione, chiedo a Nico Acampora  di continuare con questa sua testimonianza come fatto anche dagli studenti tedeschi.

Per ultimo , ma non meno importante,  sono disponibile a interpretare un personaggio nella drammatizzazione  in oggetto consapevole che la memoria si gioca innanzitutto in prima persona. 
Invito che rivolgo anche al Sindaco, a  tutta la giunta e ai consiglieri comunali. 


Claudio Gargantini 
consigliere comunale Cernusco sul naviglio 
Capogruppo Cernusco Civica. 




A Cernusco sul naviglio minoranze consiliari figlie di un dio minore

Anche per il prossimo numero natalizio del notiziario comunale le minoranze consiliari verranno trattate da figlie di un dio minore in quanto avranno meno spazio a disposizione   come da mail ricevuta in questi giorni.
Avevamo già sollevato il problema in un precedente post del maggio scorso, oltre che nella precedente legislatura,  e ad oggi il Presidente del Consiglio è riuscito solo  a determinare  uno spazio per i gruppi consiliari da prenotare di volta per volta. 
Ora, come discusso nell'ultima capigruppo, ci stiamo impegnando a verificare la bozza che il Presidente del Consiglio ci presenterà per variare alcune norme che limitano la libertà e la partecipazione dei consiglieri a partire dalle modalità di presentazione delle interrogazioni fino a un giusto riconoscimento di spazio uguale per tutti i gruppi consiliari. 

Claudio Gargantini
consigliere comunale Cernusco sul naviglio 
capogruppo Cernusco Civica


ecco la mail 

Da:
Inviato: venerdì 16 novembre 2018 16:38

Oggetto: [EXT] Notiziario comunale - richiesta contributi gruppi consiliari entro venerdì 30 novembre ore 12

Buon pomeriggio a tutti, 

la prossima uscita del notiziario comunale è prevista per metà dicembre; per questo vi chiedo di farmi avere i testi dei contributi dei gruppi consiliari e il logo corretto del partito/lista civica che rappresentate in formato jpg/tiff. 

I testi dovranno essere inoltrati alla mail dalla quale vi sto scrivendo entro venerdì 30 novembre alle ore 12 e dovranno essere così composti: 

-          Titolo: massimo di 45 caratteri, massimo 54 caratteri per l’eventuale occhiello
-          Testi gruppi di maggioranza: massimo 3.800 battute spazi inclusi
-          Testi gruppi di minoranza: massimo 1.300 battute spazi inclusi
-          Testo Presidente del Consiglio: 2500 battute
       

Se i testi non dovessero pervenire entro la data ultima di consegna, non potranno essere inseriti nel notiziario successivamente.

Ringraziandovi per l’attenzione e la disponibilità, attendo un vostro gentile riscontro e rimango a vostra disposizione per ulteriori richieste o chiarimenti. 

Cordiali saluti


Portavoce e Capo Ufficio Stampa
  

sabato 10 novembre 2018

Ex chiesa in via Buonarroti ora grande spazio per la città ancora inutilizzato . Interrogazione al Sindaco.

Interrogazione al Sindaco per il primo consiglio comunale utile. 

L'ex chiesa ristrutturata facente parte ora  del  contratto di Quartiere, in cui sono inserite le  case comunali, le sedi  delle Associazioni  e   il Centro Diurno Integrato di via Buonarroti, è diventata uno spazio unico e polifunzionale da parecchi anni non utilizzato.



L'unico utilizzo che rileviamo è quello  fatto da CEM per la distribuzione dell' Ecuosacco per il tempo di un mese circa a fine 2017 e ora  dal 12 dicembre fino al 7 gennaio 2019 .


Consapevoli che il non utilizzo possa aver creato  un mancato introito per le casse comunali , non solo in risorse economiche ma anche in opportunità  per la città e i suoi cittadini, siamo a chiedere a quanto ammonta il contributo  che Cem ha versato per il suo utilizzo nel 2017   e nel 2018   oltre alle relative autorizzazioni, delibere o determine che ne hanno definito il suo uso. 

Se ci sono state altre richieste per il suo utilizzo e quali risposte siano state date?

Ma soprattutto, avendo a cuore che ogni risorsa debba essere un opportunità per la città, chiediamo    al Sindaco Zacchetti quale scelta è stata fatta  affinché questo spazio  possa essere utilizzato in futuro  a beneficio della città e dei suoi cittadini?



Grazie per la risposta scritta e orale.
Cordialmente 

Claudio Gargantini
consigliere comunale Cernusco sul naviglio
capogruppo Cernusco Civica. 
  



venerdì 9 novembre 2018

La risposta dell'Amministrazione sull'abbattimento delle barriere architettoniche. Tempi ancora troppo lunghi.

Ecco la risposta  dell'Amministrazione Zacchetti  alla mia interrogazione riguardante l'abbattimento delle barriere architettoniche nella nostra città. 

L'intento del Sindaco si scontra con i tempi a mio parere ancora  lunghi per la realizzazione  del PEBA; ne è la prova il fatto che ad oggi non è stato incaricato ancora nessuno per iniziare quel lungo percorso che porterà anche la nostra città a rispettare la legge del 1986 e  abbattere finalmente le barriere architettoniche, visive e uditive che tanti problemi di movimento creano alle persone con disabilità e agli anziani, per diventare pienamente una città che non lascia indietro nessuno.

E dopo la realizzazione si deve passare all'attuazione del piano. 
Ecco perchè invito il Sindaco a dare un incarico e ad iniziare quanto prima il percorso. 






Inoltre rileviamo, a differenza di come  scritto nella risposta , come ad oggi   persistano anche nelle strutture pubbliche alcune barriere architettoniche come  per esempio l'ingresso dell'auditorium di via don Milani  e del nido comunale in via Pontida. 









Per quanto riguarda l'edilizia privata aperta al pubblico un plauso a quei negozi e studi medici che durante la ristrutturazione hanno eliminato le barriere. Speriamo che queste pratiche positive possano essere estese a tutti i luoghi privati aperti al pubblico quanto prima. 



Come Cernusco Civica non mancheremo di aiutare l'Amministrazione nel segnalare ogni abuso o situazione non conforme alla norma. 


L'abbattimento delle barriere architettoniche è una battaglia di civiltà che può  unire ogni cittadino e ogni membro dell'Amministrazione comunale nel  rendere sempre più accogliente la nostra città. 
L'invito a tutti è quello di partecipare a costruire insieme una città sempre meglio inclusiva. 





Claudio Gargantini
consigliere comunale Cernusco Civica. 

giovedì 8 novembre 2018

Risposta del comune sulla disinfestazione zanzare e modalità di comunicazione.


Il 29 ottobre 2018 ho ricevuto la risposta alla mia domanda posta via pec il 4 giugno 2018 riguardante le informazioni sulla disinfestazione zanzare e sulle modalità di comunicazione alla città che pubblico di seguito. 
Domanda che ripeteremo anche l'anno prossimo   per avere le informazioni in tempo utile  in primavera.
Cittadini ricordatemelo.  Grazie 

Claudio Gargantini 
consigliere comunale Cernusco Civica. 




Da: claudio.gargantini [mailto:claudio.gargantini@pec.it]
Inviato: lunedì 3 settembre 2018 21:07
A: pec municipio <
comune.cernuscosulnaviglio@pec.regione.lombardia.it>
Cc: claudio gargantini <
claudio.gargantini@telecomitalia.it>
Oggetto: I: informazioni sulle disinfestazioni zanzare

Buona sera, ricordo che  non ho ancora ricevuto la   risposta inerente la richiesta da me effettuata  il 4 giugno riguardante le informazioni sulla disinfestazione zanzare.
Sollecito   che la risposta mi venga inviata quanto prima.
Grazie
Cordialmente 
 
Claudio Gargantini
Consigliere comunale
capogruppo Cernusco Civica

 335.6920669
 https://www.facebook.com/cernuscocivica/ 

Da: "claudio.gargantini" claudio.gargantini@pec.it
Data: Mon, 4 Jun 2018 18:36:44 +0200
Oggetto: informazioni sulle disinfestazioni zanzare


Buona sera, raccolgo da tempo segnalazione e richieste dei cittadini sulle modalità di disinfestazione zanzare in città e nei parchi cittadini.
Chiedo quindi in quale link del sito comunale queste informazioni sono segnalate e/o in quali altre modalità?!
In caso contrario chiedo di avere le informazioni riguardante le disinfestazioni riguardante il 2018 e con quali mezzi di comunicazione l' Amministrazione intende veicolare le informazioni verso i cittadini?!!
Grazie per il cortese riscontro.
Cordialmente
 

Claudio Gargantini
Consigliere comunale
capogruppo Cernusco Civica

 335.6920669
 https://www.facebook.com/cernuscocivica/ 

Attenzione albero marcio. Segnalazione in comune


 Parecchi genitori mi hanno sollecitato il problema che ho girato al comune per gli uffici competenti in materia. 


Da: claudio.gargantini [mailto:claudio.gargantini@pec.it]
Inviato: giovedì 8 novembre 2018 22:14
A: pec municipio
Cc: segretario comunale  


Oggetto: segnalazione pianta marcia

Buona sera la presente per segnalare lo stato della pianta in via don Milani nei pressi dell'ingresso della scuola che potrebbe causare danno a persone o cose in caso di caduta.
Attendo un cortese riscontro  della presa in carico della segnalazione e di quali interventi verranno messi in atto?
Cordialmente. 
  
 
Claudio Gargantini
Consigliere comunale
capogruppo Cernusco Civica


 335.6920669
 https://www.facebook.com/cernuscocivica/ 

martedì 30 ottobre 2018

Piano integrato diritto allo studio e all'educazione. Il mio intervento in consiglio comunale.



Presentato dall'Assessore Nico Acampora- presente la dott.ssa Anna Lacroce dell'ufficio scolastico

Ecco il testo del mio intervento durante il Consiglio comunale di Lunedi 29 ottobre 2018 

Scrivo il mio intervento ripensando innanzitutto alle esigenze e alle aspettative che hanno i genitori  che guardano  con speranza e fiducia alla scuola, e in particolare alla scuola pubblica. Innanzitutto cosa chiedono? Chiedono che la scuola sappia valorizzare le qualità dei propri figli    rispettandone le loro caratteristiche cosi da  non essere omologati ma  capaci di  esprimersi nella propria unicità.
Chiedono che la scuola insieme ai loro insegnanti sappiano appassionare gli studenti creando   entusiasmo e voglia di imparare  .
Chiedono di  insegnare ai ragazzi di saper padroneggiare  gli strumenti che potranno servire loro per conoscere e comprendere la realtà.
Insomma chiedono di partecipare al ruolo educativo tipico della scuola nel contribuire a costruire le donne e gli uomini del futuro.
Per fare questo occorre  una struttura scolastica efficiente, insegnanti preparati oltre che nelle proprie materie di insegnamento anche nel saper valorizzare il buono che c’è in ogni ragazzo , che spesso vale più che la sottolineatura dei loro punti critici. Questa è la vera sfida culturale ed educativa che ci aspetta.
Con questi desideri e queste aspettative leggiamo  il Piano integrato per il diritto allo studio e all’educazione presentato questa sera in consiglio pur sapendo che parecchia responsabilità nella gestione della scuola è di competenza dello stato.
 All’Amministrazione Comunale e in particolare all’Assessorato all’educazione si chiede quindi di partecipare nel rendere la scuola sempre più protagonista della crescita dei ragazzi.


·      169.000 euro circa  di investimento in più in questi 12 mesi dell’amministrazione Zacchetti  sull’ inclusione attraverso il sostegno educativo scolastico ( il 45% in più rispetto al bilancio della precedente giunta) 
·      Nel pre e post scuola solo con l’Assessorato Acampora dal 2017 hanno trovato posto gli alunni con disabilità mentre prima del 2017 non c’erano iscritti.  Sarebbe utile capire come mai non si iscrivevano?
·      176 mila euro sull’offerta formativa 32.300 euro in più sul piano del diritto allo studio rispetto al 2017/2018 ( escludendo  gli interventi sui disabili)
·      Nella Sezione Progetti Speciali con 50.000 a disposizione delle scuole recuperati  nientemeno che dall’ evasione fiscale (investimenti sull’apprendimento della lingua inglese, coding e digitalizzazione)
Certo investimenti che non coprono la necessità delle scuole, soprattutto nella primaria , ma che contribuiscono a coprire le mancanze di insegnanti dedicati nelle materie come inglese e digitalizzazione importanti per la crescita dei nostri ragazzi nell’era moderna. Sicuramente ci sarebbe piaciuto vedere l’amministrazione coprire per intero il fabbisogno di insegnamento dalla primaria per inglese madrelingua, ed. fisica con insegnanti laureati, musica e informatica con insegnanti preparati.
·      Sottolineiamo anche che grazie al lavoro degli uffici e  dell’Assessore abbiamo  ottenuto un finanziamento per un bando regionale di assistenza educativa specialistica per gli alunni  frequentanti le scuole superiori con disabilità    per  euro 175.000
·       La quarta prima classe in don Milani altra nota positiva da sottolineare  subito impostata  grazie all’intervento dell’Assessore   al sorgere delle richieste dei genitori molto preoccupati di non trovare posto nel plesso vicino a casa. Ho potuto seguire la vicenda con alcuni genitori e ho visto come un Assessore “tecnico” abbia saputo velocemente rispondere alle esigenze rilevate.

Apprezziamo ancora le azioni nuove per le famiglie e studenti come lo Sportello DSA ( disturbi specifici dell’apprendimento) - Genitore 4.0 - Ore di mediazione linguistica ( mai state presenti)- Progetto di prevenzione al consumo di alcool con nuove tecnologie ( scuole superiori)- il Programma sul bullismo e cyber bullismo-il  Programma sulle competenze LIFE SKILLS insieme ad ATS ( aderiscono tutte le classi di Montalcini) -  il Piano per la raccolta differenziata nelle scuole ( non è mai stato presente anche se risulta alquanto curioso sapere  che da quando è partito l’Ecuosacco le scuole siano rimaste zona franca senza effettuare la raccolta differenziata )-  Spettacoli teatrali su temi di attualità quali Bullismo, Anoressia , Consumo di sostanze

Per ultimo ricordiamo l’ 81% in più di iscritti al post scuola primaria, il 23% sull’infanzia. L’aumento di una settimana del centro estivo per il prossimo anno a fronte di un incremento del 35% degli scritti.
Riteniamo importante  che la  mensa di via Manzoni da parecchio tempo  inadeguata nell’interrato verrà spostata al piano terreno.
Sicuramente positivo l’impostazione data dalla giunta Zacchetti e dall’Assessore Acampora  che porterà al terzo istituto comprensivo, che diminuirebbe così gli alunni pro istituto, rendendolo meglio gestibile e più appetibile per la prima scelta dirigenziale.
Speriamo   che a questo proposito venga costruita quanto prima anche  la nuova scuola media nel nuovo plesso scolastico di via Goldoni con una palestra, a differenza della precedente,  veramente funzionale nelle dimensioni  all’attività sportiva degli studenti e delle associazioni sportive.


Le aree critiche invece su cui migliorare possono essere:
·      Riconoscere anche alla scuola Steineriana l’ Altalena pieno sostegno economico   coprendo l’affitto di 8.540 euro richiesti  per quest’anno.
·      Aumentare  i giochi e sistemare gli spazi sportivi presenti all’interno della scuola.  Penso soprattutto a quelli in via don milani da tempo rovinati e inutilizzabili dagli studenti.
·      Abbattere le barriere architettoniche presenti tutt’oggi in alcune strutture scolastiche. ( per esempio l’ingresso della palestra e dell’ auditorium don milani, il gradone all’ingresso del  don milani…qui c’è una legge del  1989 che vieta le barriere architettoniche che anche a Cernusco tarda ad essere rispettata)
·      Afol. L’Agenzia rimane un dente dolente di cui ancora non si conosce il riscontro di efficienza nell’azione di formazione e ricerca lavoro per i nostri concittadini a fronte di circa 400.000 euro riconosciutigli dalla nostra Amministrazione da quando partecipiamo all’ente. . (quest’anno il contributo sarà di circa 25.000 euro ) in ogni consiglio comunale del passato abbiamo chiesto di avere riscontro dell’azione del Afol. Risposta mai ottenuta!!!
p.s La dott.ssa Lacroce dell’ufficio scolastico durante il consiglio ci ha consegnato  la documentazione ricevuta da Afol grazie alle insistenza dell’Assessore.
·      Scuola  e  partecipazione. Sarebbe opportuno che l’anno prossimo in commissione il Presidente invitasse anche i due dirigenti scolastici, veri protagonisti dei nostri Istituti Scolastici,  così da permettere un vero confronto con i consiglieri . Sottolineo che quest’anno è stata comunque apprezzata la presenza in commissione dei due comitati genitori, insieme al  presidente del consiglio di istituto del Margherita Hack, che hanno sottolineato come alcuni progetti inseriti nel piano siano stati da loro proposti.

Tutto questo comunque non può bastare a coprire le mancanze dello Stato    da cui ci saremmo aspettati di più visto i proclami   del governo detto  del “cambiamento” e  soprattutto della presenza come Ministro dell’Istruzione di un ex provveditore agli studi, prof. Bussetti. Invece.  
·      Fondi per la scuola .  lo stesso Ministro ha annunciato che la scuola non ha bisogno di nuovi finanziamenti,  che  avrebbero permesso tra l’altro  l’inserimento degli insegnanti dedicati e preparati a partire dalla scuola primaria se non anche dalla materna sulle materie quali Inglese, ed. fisica, informatica e Musica necessari per l’istruzione  dei ragazzi  in una società moderna come la nostra e in un contesto sociale medio – alto come quello delle famiglie cernuschesi.
·      Nelle dichiarazioni del nuovo governo  trova spazio  l’ annuncio di un concorso sanatoria  che permetterà agli insegnanti precedente bocciati dal concorso di passare con meno fatica.
·      Sulla tematica Alternanza scuola-lavoro anche qui tagli annunciati mentre invece occorre sottolineare come con l’alternanza scuola-lavoro si raggiungono gli obiettivi di competenza e di apprendimento in un dialogo con le aziende.

    Formazione dei docenti :  nella bozza si  tagliano due anni di formazione cosi da fare contenti gli insegnanti che non gradiscono la formazione e gli aggiornamenti.    Quindi invece di formare meglio e di più si taglia sulla formazione quando invece   le famiglie e gli studenti chiedono  docenti formati e valutati.
Eppure nei programmi elettorali, in particolare  in quello del Movimento 5 stelle si parlava di aumento delle risorse che lo Stato destina al comparto Istruzione: promettevano 15 miliardi in più. Purtroppo anche questo governo, non investe come anche per quelli precedenti non si investe sull’Istruzione come invece si fa in spese militari con gli F35;  e fatto ancor più grave, con un Ministro che arriva dal mondo della scuola..   Un vero peccato che pagheremo come sistema paese.
Si dice che si faccia a beneficio delle scuole private. Non lo so. So solo che i genitori vorrebbero una scuola pubblica di qualità con docenti preparati per il bene dei nostri ragazzi, e  per il futuro della nostra nazione
 Cernusco Civica ha votato a favore del Piano integrato per il diritto allo studio e all’Educazione.
 Claudio Gargantini- consigliere comunale Cernusco sul naviglio 
capogruppo Cernusco Civica


Hanno votato la loro fiducia al Piano integrato al diritto allo studio e all'educazione  oltre a tutti i consiglieri di maggioranza del Partito Democratico  e di Vivere Cernusco , anche i consiglieri di opposizione Gianluigi Frigerio, Daniele Cassamagnaghi di Forza Italia e Claudio Gargantini di Cernusco Civica. Contro il Piano educativo  hanno votato   invece Luca Cecchinato, Ratti Lino e Paola Malcangio della Lega , Rita Zecchini di Sinistra per Cernusco , Monica Tamburini  di La Città in Comune e Lorella Villa del Movimento Cinque stelle


ecco il link della diretta in consiglio del mio intervento https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10215266875816683&id=1578114591

Lasciami un tuo segno. Grazie

Grazie per i commenti lasciati. Vi chiedo una cortesia, lasciate la vostra firma, un riferimento, almeno il nome, magari la mail. La vita non è solo questione di merito e di metodo, ma anche e soprattutto una questione personale. Le cose che si dicono, come si dicono, acquistano sapore se riferite a un volto, a un nome.Ciao Claudio.



mail claudiogargantini@alice.it

cell. 335.6920669

fax 06.418.69.267