mercoledì 20 gennaio 2010

Una moschea a Cernusco



















E se la "cattolica" Cernusco accogliesse l'invito del Cardinale Tettamanzi a dare un luogo di culto ai fratelli mussulmani, concedendo il terreno per la costruzione di una moschea, cosa accadrebbe?
Sicuramente si toglierebbero le castagne dal fuoco alla razzista Milano, descritta dal Cardinale come una città ancora lontana dall'idea cristiana della solidarietà e del dialogo.
Potrebbe essere una proposta visto il nuovo PGT in approvazione.
Una moschea a Cernusco sarebbe un salto nel futuro.

1 commento:

francesco maria ha detto...

hiamare fratelli i musulmani? ma fratelli di chi? fratelli fra loro! per il dio di maometto è lecito eliminare fisicamente (altrimenti dicasi UCCIDERE) chi abbandona l'islam per convertirsi ad altra fede. Anzi, doppia lode se l'apostata viene massacrato da un familiare! Suggerisco una illuminante lettura di una coraggiosa donna saudita RANIA AL-BAZ, il cui titolo SFIGURATA,ben rivela il contenuto della sua testimonianza. (sonzogno editore). oggi la poverina è costretta a vivere nel cattivo e corrotto ed infedele occidente (chissà perchè?!)

Lasciami un tuo segno. Grazie

Grazie per i commenti lasciati. Vi chiedo una cortesia, lasciate la vostra firma, un riferimento, almeno il nome, magari la mail. La vita non è solo questione di merito e di metodo, ma anche e soprattutto una questione personale. Le cose che si dicono, come si dicono, acquistano sapore se riferite a un volto, a un nome.Ciao Claudio.



mail claudiogargantini@alice.it

cell. 335.6920669

fax 06.418.69.267