giovedì 13 settembre 2012

La vitalità dello sport cernuschese tra qualche lacuna amministrativa

Da giovedi 13 a domenica 16 lo sport cernuschese si presenta alla città dimostrando tutta la vitalità che anima le nostre società sportive.
Qui il programma. Il dinamismo delle nostre associazioni sportive non deve distogliere l'attenzione da alcune lacune o ritardi in chiave amministrativa che risolti potrebbero dare ulteriore vigore al nostro movimento sportivo.

Bando gestione centro sportivo via Buonarroti Per tre anni dal 2009 la gestione è stata affidata direttamente a un operatore privato per un costo annuale di 190.000 euro per un totale di 570.000 Una cifra notevole non c'è che dire.
Nel marzo 2012 l'Assessore Zacchetti dichiarava di lavorare finalmente a un bando per la gestione del centro. Va da sè che una tale operazione oltre alla trasparenza mira anche ad abbassare l'impegno di spesa. I soldi risparmiati potrebbero essere utilizzati diversamente per la città o ancor meglio per il mondo sportivo. Tutti sappiamo come in questi tempi di vacche magre non solo occorra non sprecare risorse ma soprattutto fare di Cernusco una città attenta all’uso responsabile delle risorse come sottolineato dal Sindaco nelle sue linee programmatiche.
Ad oggi invece l'Assessore Zacchetti ha optato per rinnovare l'incarico diretto allo stesso operatore privato. Non ritiene l'Assessore che in questi 4 anni con un bando si sarebbero potuti risparmiare parecchie migliaia di euro da utilizzare per lo sviluppo dello sport? Ci chiediamo per quale motivo la strada del bando è stata accantonata e a quanto ammonta il nuovo impegno di spesa?

 Sviluppo del centro sportivo di via Buonarroti. Nell'autunno scorso il Tennis Cernusco chiese di poter usufruire di un interessante finanziamento a tasso zero del Coni tramite la Federazione Tennis per la creazione di campi da tennis in terra rossa. Il nostro centro sportivo avrebbe cosi potuto migliorare l'offerta tennistica. L'Assessore non accolse l'invito per far partire le pratiche. E cosi il pontenziale finanziamento cadde insieme alla possibilità di dotare di campi in terra rossa il centro sportivo. Sarebbe interessante capire il perché di questa scelta?

 Nuova tribuna. E' stata rifatta prendendo il progetto dell'amministrazione Cassamagnaghi eliminando la copertura prevista. Se da una parte si è messo mano a una tribuna cadente e pericolante, il progetto realizzato rischia però di compromette lo sviluppo del centro sportivo in quanto non ottimizza gli spazi mancando anche luoghi aggregativi e ludici che bilancerebbero i costi e ricavi di gestione.
La nuova tribuna insufficiente perfino negli spogliatoi necessari rischia inoltre di compromettere lo spostamento del calcio cosi da ottimizzare gli spazi e eliminare i conflitti ad oggi esistenti per la concomitanza di sport che utilizzano o stadio Scirea.

Ricordiamo che lo slittamento dell'inizio dei lavori aveva causato difficoltà alla società Olimpic calcio, ora Città di Cernusco, che perse per questo motivo il settore giovanile.
Ad oggi il campo di calcio presenta una intera fascia rovinata per il modo in cui sono stati gestiti i lavori che rischia di compromettere il buon utilizzo del campo soprattutto nei mesi invernali. Se il campo ha appena ottenuto l'omologazione tecnica non è ancora stato messo a norma e quindi inutilizzabile per i campionati creando cosi un sovraccarico di partite da disputarsi sul campo Scirea.
Chiediamo all'Assessore il motivo dell'incuria nei lavori che ha rovinato una intera fascia di campo, come vuole intervenire e per quale motivo lo stesso non sia ancora stato messo a norma.
Ricordiamo che ad oggi manca un vero luogo di ristorazione che un centro come il nostro meriterebbe. Chiediamo all'Assessore se lo stesso è previsto nello svuluppo del centro sportivo?
Sempre per rimanere nel centro sportivo di via Buonarroti chiediamo se ci siano progetti per sistemare l'ingresso e lo spazio antistante la piscina cosi da rendere più sicuro e accogliente il centro vietando l'ingresso ad ogni veicolo con motore.

 Un aggiornamento da parte dell'Assessore merita anche lo sviluppo del centro sportivo di via Boccaccio sia per quanto riguarda l' opera a carico della Federazione Hockey che per quanto riguarda l'area velodromo di cui chiediamo il motivo del rinnovo della convenzione con i gruppi cinofili dato che sempre Zacchetti nel post di marzo dichiarava di lavorare per un progetto in definizione per il completo spostamento dell'attività associativa di addestramento cani in altra area. 
In questa fase di concomitanza di uso la stessa manutenzione del velodromo è carente. Quali sono gli sviluppi dello stesso e per quanto tempo i cittadini cernuschesi non potranno utilizzare lo spazio ad oggi destinato all'addestramento dei cani? Riteniamo che i gruppi cinofili potranno trovare uno spazio più consono a ridosso del parco delle cave dove si potrebbero sviluppare anche progetti didattici con le scuole.

 Albo Associazioni. Abbiano notato che ci sono ancora alcune società sportive che non hanno ottemperato agli impegni che determinano l'iscrizione al registro delle Associazioni che permette di ricevere contributi e una tariffa speciale per l'utilizzo degli spazi sportivi.
Mi sembra corretto che a partire dalla Consulta in collaborazione con l'Assessorato si rivedano anche i criteri affinché si premino quelle Associazioni che realmente fanno attività sportiva legate al territorio soprattutto nella fascia giovanile e si determinino i tempi di esclusione di quelle Associazioni che non hanno i corretti requisiti.
 A questo proposito rileviamo che a seguito della nostra richiesta anche l'Assessore ha sottolineato in una lettera ai Presidenti delle società riportata nel suo blog come le Associazioni che non ottemperassero a tali obblighi rischiano l'esclusione dall'Albo.
Bene la fermezza e la trasparenza verso le Associazioni ma ci chiediamo se la stessa non debba essere messa in atto anche dall'Amministrazione e in questo caso dall'Assessore Zacchetti, nel dare evidenza alla città non solo delle luci ma anche dalle ombre che rallentano il movimento sportivo cernuschese.

 Persona e Città è a disposizione degli sportivi, dei cittadini e degli enti preposti per collaborare e dibattere per come rendere lo sport cernuschese sempre più un occasione di crescita e di sviluppo della persona senza tralasciare la riflessione sul miglioramento delle strutture sportive.

 Claudio Gargantini Consigliere comunale Persona e Città

1 commento:

ERMANNO ZACCHETTI ha detto...

Qui sotto il link al mio blog con un contributo sull'argomento. Ermanno

http://ermannozacchetti.blogspot.it/2012/09/sport-cernusco-il-campo-base-di.html

Lasciami un tuo segno. Grazie

Grazie per i commenti lasciati. Vi chiedo una cortesia, lasciate la vostra firma, un riferimento, almeno il nome, magari la mail. La vita non è solo questione di merito e di metodo, ma anche e soprattutto una questione personale. Le cose che si dicono, come si dicono, acquistano sapore se riferite a un volto, a un nome.Ciao Claudio.



mail claudiogargantini@alice.it

cell. 335.6920669

fax 06.418.69.267