domenica 29 novembre 2009

La fabbrica del gioco. Idee e progetti per l'infanzia e i ragazzi. E Cernusco?

Leggo oggi sul Il Giorno, nelle pagine dedicate alll'Hinterland, della Fabbrica del Gioco, interessantissimo progetto rivolto ai bambini e alle loro famiglie.
Il progetto verrà realizzato a Cormano su un area dismessa e vuole realizzare progetti e percorsi “privilegiati” a favore dei bambini e dei ragazzi, per una città più "sostenibile" con spazi privi di quei rischi ambientali, legati alla sicurezza, ai tempi e ai ritmi che rendono spesso l’ambiente urbano un luogo inadatto ad una crescita nel rispetto delle necessità individuali, sopratutto dei più piccoli.
Bella idea che potrebbe interessare anche la nostra Cernusco, dove i passeggini sbucano con gioia in ogni angolo.

Luca, nato da soli 45 giorni, mi stimola a guardarmi intorno e a chiedermi cosa la nostra città offra ai neonati e alle loro famiglie.
Oltre a Cormano, ci sono presso i nostri vicini iniziative molto interessanti.

Come il progetto Nati per leggere presso la biblioteca di Carugate, per la promozione della lettura ad alta voce ai bambini fin dal primo anno di vita.
Ciò permette di creare una rete relazionale tra le mamme e i papà in questi preziosi giorni di vita, oltre a stimolare i bambini.
Pensare anche alle strisce rosa come a Segrate, per le future mamme potrebbe essere un bel gesto di sensibilità verso di loro, iniziando nei pressi dell'ospedale Uboldo e del consultorio di Via Turati per arrivare ai parcheggi in centro città.
Per non parlare di quella inteligentissima inziativa nata a Concesio San Vigilio (BS) dove l'Associazione Eva insieme al Comune hanno messo in campo la distribuzione dei pannolini lavabili, in sostituzione dei più famosi usa e getta, che garantiscono un miglior benessere del sederino e permettono un'abbattimento dei rifiuti.
Giochi, cultura e servizi.
Un'attenta riflessione, cui seguano iniziative concrete, può essere importante per un' Amministrazione attenta alla vita e alla famiglia come la nostra.
E non solo perchè la Vecchia Filanda è li come una povera Cenerentola ad aspettare il suo Principe Azzurro.

4 commenti:

kuda ha detto...

non vorrei dire, ma 14 dicembre 2006, dal mio blog http://gold.libero.it/KudaBlog/2030342.html pannolini lavabili...

paolo ha detto...

si direi che la notizia è piuttosto vecchia.... a cernusco due forze politiche hanno chiesto da tempo con 700 firme di trasformare la filanda in qualcosa del genere.... qualcuno ci ha vinto anche le elezioni promettendolo....vero garga ?????

mi sembra l'ennesima occasione perduta da chi ha tanto parlato ....ma di chi ha poi poco fatto (vedi prossimo bilancio...e votalo ancora garga!!)

Beppe ha detto...

A Cernusco, in SACER, da 9 anni c'è il progetto Paidos, dedicato ai bimbi da 0 a 3 anni ...
spesso i tesori li abbiamo sotto lo zerbino della nostra porta ...

claudio ha detto...

Bravo Beppe a ricordare il progetto Paidos.
Si può fare anche altro e di più in un comune che arriverà a 35.000 abitanti.

Lasciami un tuo segno. Grazie

Grazie per i commenti lasciati. Vi chiedo una cortesia, lasciate la vostra firma, un riferimento, almeno il nome, magari la mail. La vita non è solo questione di merito e di metodo, ma anche e soprattutto una questione personale. Le cose che si dicono, come si dicono, acquistano sapore se riferite a un volto, a un nome.Ciao Claudio.



mail claudiogargantini@alice.it

cell. 335.6920669

fax 06.418.69.267