venerdì 31 dicembre 2010

Auguri per un 2011 più umano

Stamani passeggiando per il centro del paese con la famiglia, godendo del clima di festa e relax, ho pensato a tutti coloro che oggi lavorano.

Ai miei ex colleghi del 12, dove anche io ho provato a passare il mio ultimo giorno dell' anno in servizio, a coloro che oggi cucinano affichè gli altri possano divertirsi, a coloro che garantiscono la sicurezza per le strade e la corrente elettrica, ma soprattutto a coloro che oggi e domani garantiscono la pulizia nelle nostre case, uffici e strade.

In questa società dei consumi, dove certa è solo la spazzatura, all'apice della società dovrebbero esserci loro.





Donne e uomini, spesso stranieri, che dopo il loro lavoro vorremmo sparissero dalla vista dei nostri occhi quasi per nascondere i nostri peccati.






Per non dimenticare l'esercito di bandanti, tutte straniere, donne che lasciano a casa la famiglia per accudire i nostri vecchi, sempre in bilico tra permessi di soggiorno e sanatorie, quasi non fossero splendide persone da esaltare, ma solo schiave dedite a coprire le nostre omissioni.














E' alquando impossibile trovare un genitore che alla domanda cosa vuoi che tuo figlio faccia da grande, risponda: l'uomo o la donna delle pulizie
. Oppure il badante per i nostri vecchi.






Ma senza di loro staremmo tutti ancor peggio che a Napoli.







Oppure resteremo soli in attesa di un passato che non c'è più.









E invece è grazie a questi angeli che noi oggi possiamo crederci persone pulite.


Purtroppo siamo un popolo non solo senza storia, ma anche senza vergogna.


Auguri di buon anno allora, sperando che la nostra società, che ognuno di noi, possa diventare in questo 2011 solamente un pò più umano.
Un pò più persona.


1 commento:

Ersilia ha detto...

Claudio, condivido in pieno i tuoi pensieri di oggi (un pizzico di malinconia,anche?)e mi piace che tu abbia fatto riferimento all'atmosfera di oggi serena e tranquilla di Cernusco, che ormai è diventata un pò rara. Rispetto a quando eravamo piccoli noi (sono della tua leva, forse non riesci ad associare il mio nome ad un viso, ma se mi vedi sai chi sono)Cernusco si è riempita e spesso non la riconosco più, tranne in certi momenti, in genere quelli vacanzieri. E oggi era uno di quelli.
Auguri di Buon Anno
Gabriella C.

Lasciami un tuo segno. Grazie

Grazie per i commenti lasciati. Vi chiedo una cortesia, lasciate la vostra firma, un riferimento, almeno il nome, magari la mail. La vita non è solo questione di merito e di metodo, ma anche e soprattutto una questione personale. Le cose che si dicono, come si dicono, acquistano sapore se riferite a un volto, a un nome.Ciao Claudio.



mail claudiogargantini@alice.it

cell. 335.6920669

fax 06.418.69.267